Angolo della Spiritualità

Pensieri, preghiere e commenti sul Vangelo
Home » Archive by category 'Novene e Tridui'

Novena in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 22nd, 2017 Posted in Novene e Tridui

9° Giorno: Rimanete nel mio Amore

G/. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

T/. Amen.

Canto iniziale

Preghiera iniziale

scnovenaSignore Gesù, …Tu sai che noi non sappiamo dirti la parola dell’amore totale; ma noi sappiamo che anche il nostro povero amore ti basta per fare di noi dei discepoli fedeli fino alla fine. È questo umile amore che ti offriamo: prendilo, Signore, e di’ ancora e in modo nuovo la tua Parola per noi: “seguimi”.

Allora la nostra vita si aprirà al futuro della tua Croce, per andare non dove avremmo voluto o sognato, o sperato, ma dove Tu vorrai per ciascuno di noi, abbandonati a Te, come il discepolo dell’amore e dell’attesa, in una confidenza infinita.

Allora non saremo più noi a portare la Croce, ma sarà la tua Croce a portare noi, colmando il nostro cuore di pace, e i nostri giorni di speranza e di amore. Amen.

1° Lett.: Dal Vangelo secondo Giovanni (15,1-8)

1“Io sono la vera vite e il Padre mio è il vignaiolo. 2Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo toglie e ogni tralcio che porta frutto, lo pota perché porti più frutto. 3Voi siete già mondi, per la parola che vi ho annunziato. 4Rimanete in me e io in voi. Come il tralcio non può far frutto da se stesso se non rimane nella vite, così anche voi se non rimanete in me. 5Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 6Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano. 7Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che volete e vi sarà dato. 8In questo è glorificato il Padre mio: che portiate molto frutto e diventiate miei discepoli.

Canto

2° Lett.: Dagli Scritti di Madre Carmela

L’amante Gesù m’invitava ad unirmi a Sé con queste parole: “Vieni, o mia diletta, ecco il luogo del tuo riposo…”In ciò dire Gesù mi univa tutta a Sé e mi stringeva fortemente al suo Cuore, mettendo tutta me stessa distesa a modo di croce sopra di Lui, in modo ch’io sentiva ripercuotere nel mio i palpiti del suo Cuore divino e respirava della stessa sua vita. Nel tenermi così stretta a Lui, io sentivo ancora l’alito suo divino infondermi nuova vita, nuovo spirito, nuovo amore. Ma non si arrestò qui la bontà infinita di un Dio, volle anche aggiungere un altro insigne favore. Mi ha dato pure un bacio della sua bocca. Oh bontà e misericordia infinita! Un Dio abbassarsi a tanto! Aggiungeva pure queste parole: “Ecco il suggello dell’eterna mia unione con te, questo bacio sarà il pegno più sicuro del mio sviscerato amore verso di te. Questo bacio ti terrà in vita sempre unita a Me nell’amore, ti farà vivere nell’amore per morire un dì unita a Me nel bacio eterno dell’amore.

Pausa di riflessione

Intercessioni

G/. Rivolgiamo con fiducia la nostra preghiera a Gesù, mite e umile di Cuore e diciamo:

T/. Confermaci nel tuo amore.

  • Signore Gesù, che ci hai chiamati amici, ci offriamo a Te per vivere nel tuo amore e rimanere nel beneplacito del Padre.
  • Signore Gesù, rendici perfetti nella carità e suscita nei nostri cuori l’amore per il Padre e tra di noi, amore che rigenera, fonte la crescita delle persone e delle comunità, secondo l’ideale che sei venuto a portarci.
  • Signore Gesù, donaci di contemplare sempre più il mistero del tuo Cuore e di annunciare il tuo amore che supera ogni conoscenza .

G/. Preghiamo:

Signore Gesù accendi in noi il fuoco del tuo amore, irrobustisci la nostra debolezza con la tua forza, legaci intimamente a Te e tra di noi con il vincolo indissolubile dell’unità. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen

Canto

Novena in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 21st, 2017 Posted in Novene e Tridui

8° Giorno: Siate misericordiosi

G/. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

T/. Amen.

Canto iniziale

Preghiera iniziale

scnovenaO buono e misericordioso Cuore di Gesù, imprimi nei nostri cuori un’immagine perfetta della tua grande misericordia, affinché compiamo il comandamento che ci hai dato: “Siate misericordiosi come il Padre vostro”[1].

1° Lett.: Dal Vangelo secondo Luca (6,27-28.31-33.36-38)

27Ma a voi che ascoltate, io dico: Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano, 28benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi maltrattano. 31Ciò che volete gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro. 32Se amate quelli che vi amano, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso. 33E se fate del bene a coloro che vi fanno del bene, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso.

36Siate misericordiosi, come è misericordioso il Padre vostro. 37Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e vi sarà perdonato; 38date e vi sarà dato; una buona misura, pigiata, scossa e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con cui misurate, sarà misurato a voi in cambio”.

Canto

2° Lett.: Dagli Scritti di Madre Carmela

Curi gli interessi di Dio, e Dio curerà i suoi. Ne sia proprio sicura. Il suo riposo sia nell’infinita misericordia di Dio e non pensi ad altro. La misericordia divina è per lei quel sonno pacifico e tranquillo, che facendolo dolcemente riposare nel suo seno, sveglierà l’anima sua quando già la metterà nel pieno possesso del regno eterno. Non si scoraggi punto, perché si vede dissimile dai suoi confratelli. La grazia di Dio in un momento potrà cambiarla e renderla tutta secondo il Cuore di Dio. Coraggio e avanti.

Pausa di riflessione

Intercessioni

G/. Rivolgiamo con fiducia la nostra preghiera a Gesù, mite e umile di Cuore e diciamo:

T/. Gesù misericordioso, ascoltaci.

  • Signore Gesù, che ci hai associati alla tua morte redentrice, rendici capaci di donarci per il bene delle anime.
  • Signore Gesù, che ci hai chiesto un contributo nel servizio apostolico, fa’ che nella costruzione del Regno di Dio sappiamo dare la nostra collaborazione attiva, per stabilire nel mondo la civiltà dell’amore.
  • Signore Gesù, che rinnovi gli uomini e le cose, fa’ che sappiamo accogliere come norma della nostra vita il comandamento della carità, per amare Te sopra ogni cosa e i fratelli come Tu li ami.

G/. Preghiamo:

Signore Gesù, che hai spalancato la porta del tuo Cuore, fa’ che tutti possiamo beneficiare dei tesori di grazia, che fluiscono dal tuo Costato aperto, la cui sorgente inesauribile è il tuo Cuore. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

Canto finale

Novena in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 20th, 2017 Posted in Novene e Tridui

7° Giorno: Imparate da Me

G/. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

T/. Amen.

Canto iniziale

Preghiera iniziale

scnovenaO servitore del Padre, fatto obbediente fino alla morte e morte di Croce, Tu gridi la tua sete, per adempiere ogni Scrittura, Tu guardi oltre ciò che ti tocca, oltre ciò che compi. L’agonia indicibile della Croce non ti impedisce di essere ansiosamente intento a ogni dettaglio della Volontà del Padre.

Il tuo Corpo dissanguato arde di sete, le ferite brucianti acuiscono il desiderio, il sole bruciante di un mezzogiorno di oriente ti attacca la lingua al palato.

Ma Tu ami la volontà del Padre più della tua vita, e ti offri ancora una volta, con umiltà inconcepibile, a compiere in Te quanto i profeti avevano predetto.

Davvero il tuo Cuore regale ha solo sete di ogni adempimento che ti è chiesto dall’alto.

Tu soccombi perché noi viviamo, hai sete perché noi ci ristoriamo alle acque della vita, bruci in questa sete perché dal tuo Cuore trafitto scaturisca la fonte dell’acqua viva. Tu hai sete per me, hai sete del mio amore e della mia salvezza.

1° Lett.: Dal Vangelo secondo Giovanni (13,1.12-17)

1Prima della festa di Pasqua Gesù, sapendo che era giunta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, dopo aver amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine.

12Quando dunque ebbe lavato loro i piedi e riprese le vesti, sedette di nuovo e disse loro: “Sapete ciò che vi ho fatto? 13Voi mi chiamate Maestro e Signore e dite bene, perché lo sono. 14Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i vostri piedi, anche voi dovete lavarvi i piedi gli uni gli altri. 15Vi ho dato infatti l’esempio, perché come ho fatto io, facciate anche voi. 16In verità, in verità vi dico: un servo non è più grande del suo padrone, né un apostolo è più grande di chi lo ha mandato. 17Sapendo queste cose, sarete beati se le metterete in pratica.

Canto

2° Lett.: Dagli Scritti di Madre Carmela

Oggi nel comunicarmi concepìi più del solito sentimenti di umiltà, vidi con più chiarezza il mio nulla, la mia miseria, la mia incorrispondenza, i miei difetti, le mie imperfezioni, mi umiliai profondamente al cospetto di Dio, e col cuore trafitto dal dolore dissi all’Amoroso Gesù: “E come, o Gesù mio, abbassarti tanto da venire in me, che tanto abominevole sono agli occhi tuoi? E non solo mi doni tutto Te stesso in cibo e bevanda, ma ancora dispensi a me tutti i tuoi favori, i tuoi doni, le tue grazie, il tuo amore, a me che sono la creatura più vile ed ingrata ai tuoi benefici, alle tue grazie?” E Gesù, a sua volta, tutto bontà e misericordia, mi rispose in questi accenti: “Tu ti sei data tutta a me senza riserva, ed Io dal canto mio mi sono fatto tutto tuo con i miei doni, con le mie grazie, con i miei carismi. Vivi di me stesso e propaga il mio amore!”.

Pausa di riflessione

Intercessioni

G/. Rivolgiamo con fiducia la nostra preghiera a Gesù, mite e umile di Cuore e diciamo:

T/. Donaci il tuo Spirito d’Amore.

  • Signore Gesù, concedici di amarti e servirti nei fratelli con dolcezza, umiltà e generosità, seguendo il tuo esempio.
  • Signore Gesù, donaci di avere in noi i sentimenti del tuo Cuore: la mitezza, la dolcezza e la benevolenza e di imitarne le virtù.
  • Signore Gesù, rendici testimoni e promotori della comunione e della fraternità di cui hanno sete gli uomini.

G/. Preghiamo:

Signore Gesù, mite e umile di Cuore, unisci all’ardore della tua generosa carità la nostra oblazione di amore, perché l’umanità intera venga un giorno ricapitolata tutta in Te.

Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

Canto finale

Novena in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 19th, 2017 Posted in Novene e Tridui

6° Giorno: Venite a Me

G/. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

T/. Amen.

Canto iniziale

Preghiera iniziale

scnovenaSignore Gesù Cristo, ferisci con le tue ferite il mio cuore; inebria col tuo Sangue la mia anima, affinché, dovunque io vada ti veda sempre Crocifisso.

Signore, fa’ che io con tanta veemenza aspiri a Te, che non riesca a trovare nulla fuori di Te; che nessun altro oggetto io sia capace di contemplare, fuorché le tue piaghe.

Fa’, Signore, che tutta la mia consolazione consista nell’essere trafitto dalle tue ferite e, al rovescio, la mia più cupa tristezza sia quella di pensare a qualcosa che non sia Te.

Il mio cuore, Gesù, non sappia gustare alcun riposo finché non sia giunto a Te, che sei il suo vero centro; in Te trovi la sua pace e il più completo appagamento dei suoi desideri.

1° Lett.: Dal Vangelo secondo Matteo (11-25-30)

25In quel tempo Gesù disse: “Ti benedico, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli. 26Sì, o Padre, perché così è piaciuto a te. 27Tutto mi è stato dato dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio lo voglia rivelare.

28Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò. 29Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime. 30Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero”.

Canto

2° Lett.: Dagli Scritti di Madre Carmela

Stamattina… mi sono posta in orazione, ma ero tanto stanca ed abbattuta che proprio non reggevo per nulla, e continuai la mia orazione di abbandono nelle braccia del Signore; verso le sei poi mi sentivo proprio sfinita, e allora dissi a Gesù “Gesù mio, mi sento proprio stanca e sfinita, fammi tu riposare un pochino sul tuo Cuore Adorato, onde riacquistare nuova forza e vigore per continuare con più alacrità il viaggio doloroso del calvario”. E Gesù, tanto buono, venne subito in mio soccorso, mi attirò a Sé per forza di amore e fece adagiare il mio capo stanco e abbattuto sul suo Cuore sacrato, mi fece sentire i palpiti dell’Adorabile Cuor suo, i quali si ripercuotevano mirabilmente nel mio; mi fece anche sentire i movimenti, i respiri amorosi del divin suo Cuore, i quali si univano in modo tanto meraviglioso e divino con i miei. Insomma mi fece sentire e gustare, in un modo tutto soprannaturale ed ineffabile, un saggio di quella armonia perfetta e divina che regna in quel Cuore.

Pausa di riflessione

Intercessioni

G/. Rivolgiamo con fiducia la nostra preghiera a Gesù, mite e umile di Cuore e diciamo:

T/. Sacro Cuore di Gesù, che ardi d’amore per noi, infiamma il nostro cuore d’amore per Te

  • Signore Gesù, che ti sei rivelato ai piccoli, agli umili e ai semplici: mostraci, anche oggi, la tua continua benevolenza e custodiscici nel tuo amore.
  • Signore Gesù, Tu hai sete del nostro amore e della nostra salvezza, fa’ che la nostra anima abbia sete di Te, crocifisso per amore.
  • Signore Gesù, Tu che vieni a noi come il Vivente, aiutaci a crocifiggere i nostri progetti sulla tua croce per seguire la tua volontà.
  •  G/. Preghiamo:

Signore Gesù, conquistate dal tuo amore, veniamo a Te con fiducia e ti chiediamo di saper accogliere, come norma della nostra vita, il comandamento della carità per amarti sopra ogni cosa. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

Novena in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 18th, 2017 Posted in Novene e Tridui

5° Giorno: Io sono il Pane della vita

scnovenaG/. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

T/. Amen.

Canto iniziale

Preghiera iniziale

Cristo, nostro unico mediatore,

Tu ci sei necessario per vivere in comunione con Dio Padre, per diventare con Te che sei suo Figlio unico e Signore nostro, suoi figli adottivi, per essere rigenerati nello Spirito Santo. Tu ci sei necessario, o solo vero Maestro delle verità recondite e indispensabili della vita, per conoscere il nostro essere e il nostro destino, e la via per seguirlo…

Tu ci sei necessario, o Cristo, o Signore, o Dio con noi, per imparare l’amore vero e per camminare nella gioia e nella forza della tua carità la nostra via faticosa, fino all’incontro finale con Te amato, con Te atteso, con Te benedetto nei secoli[1].

1° Lett.: Dal Vangelo secondo Giovanni (6,32b-35.51.53-57)

“In verità, in verità vi dico: non Mosè vi ha dato il pane dal cielo, ma il Padre mio vi dà il pane dal cielo, quello vero; 33il pane di Dio è colui che discende dal cielo e dà la vita al mondo”.34Allora gli dissero: “Signore, dacci sempre questo pane”. 35Gesù rispose: “Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà più fame e chi crede in me non avrà più sete…51Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo”.

53“In verità, in verità vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell’uomo e non bevete il suo sangue, non avrete in voi la vita. 54Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. 55Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda. 56Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue dimora in me e io in lui. 57Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia di me vivrà per me.

Canto

2° Lett.: Dagli Scritti di Madre Carmela

… Tutte le volte in cui Gesù viene nel mio cuore (nell’Eucaristia) io mi sento come invadere tutta di un fuoco tutto celeste e divino, il quale liquefacendomi, il mio cuore a guisa di cera si strugge e si consuma tutto in amore e per amore di Lui solamente. Più ancora sento talmente il suo Sangue divino circolare per le mie vene, e la sua Santissima Carne unirsi in tal modo alla mia, da formare con Lui una sola e medesima cosa.

Ora nell’atto che Gesù mi avvicinava al suo Cuore, con tutta la potenza dell’amor suo, trassemi a Sé,… dicendomi:… “La potenza dell’amore mio trae a Sé il tuo cuore e tutto lo unisce, lo trasforma nello stesso mio Cuore, in modo da formarne uno solo, una sola cosa, per vivere solamente della stessa mia vita, del medesimo mio Cuore, dello stesso mio amore. Venendo io in te nella Santa Comunione, tu vieni a Me, e ciò per potenza dell’amor mio, il quale unendomi a te col cibarti delle stesse mie carni divine, fa sì che ti renda una stessa cosa e sola cosa con Me, ti unisce, t’immedesima, ti trasforma, t’inabissa tutta in Me nel mio stesso Essere divino”.[2].

Pausa di riflessione

Intercessioni

G/. Rivolgiamo con fiducia la nostra preghiera a Gesù, mite e umile di Cuore e diciamo:

T/. Gesù, Pane di Vita, ascoltaci.

  • Signore Gesù, che ci raduni intorno alla tua Mensa per celebrare il Sacramento del tuo Corpo e del tuo Sangue, donaci il tuo Spirito perché la nostra vita diventi un continuo ringraziamento.
  • Signore Gesù, Pane vivo disceso dal cielo, donaci fame di Dio, che è fame di vita, quella vita che va oltre la morte, illuminata dalla presenza di Dio e beatificata della tua stessa gloria.
  • Signore Gesù, l’Eucaristia è il grande Sacramento del tuo amore che da’ continuità al mistero dell’Incarnazione, concedici di vivere per essa il mistero di Betlemme e di Nazareth.

G/. Preghiamo:

Signore Gesù Cristo, che sei Pane vero disceso dal cielo, fa’ che viviamo con la forza di questo Cibo spirituale e nell’ultimo giorno risorgiamo gloriosi alla vita eterna.

Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

Canto finale

[1] Paolo VI.

[2] Vol. I, pp. 257-258, Lettera a P. Vincenzo Nardelli, o.p., Palermo 19/12/1900.

Commenti disabilitati su Novena in Onore al Sacro Cuore di Gesù

Novena in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 17th, 2017 Posted in Novene e Tridui

4° Giorno: Io sono il buon Pastore

scnovenaG/. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

T/. Amen.

Canto iniziale

Preghiera iniziale

O Gesù, che tanto mi ami, ascoltami, te ne prego che la tua Volontà sia il mio desiderio, la mia passione, il mio amore. Fa’ che io ami quanto è tuo; ma soprattutto che io ami Te solo.

Dammi un cuore così pieno di amore per te, che nulla possa distrarmi da Te. Dammi un cuore fedele e forte, che mai tremi né si abbassi; un cuore retto che non conosca le vie tortuose del male; un cuore indomabile, sempre pronto a lottare; un cuore valoroso, che non indietreggi alla vista degli ostacoli; un cuore umile e docile come il tuo, Signore Gesù[1].

1° Lett.: Dal Vangelo secondo Giovanni (10, 10b-18)

Io sono venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza. 11Io sono il buon pastore. Il buon pastore offre la vita per le pecore. 12Il mercenario invece, che non è pastore e al quale le pecore non appartengono, vede venire il lupo, abbandona le pecore e fugge e il lupo le rapisce e le disperde; 13egli è un mercenario e non gli importa delle pecore. 14Io sono il buon pastore, conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me, 15come il Padre conosce me e io conosco il Padre; e offro la vita per le pecore. 16E ho altre pecore che non sono di quest’ovile; anche queste io devo condurre; ascolteranno la mia voce e diventeranno un solo gregge e un solo pastore. 17Per questo il Padre mi ama: perché io offro la mia vita, per poi riprenderla di nuovo. 18Nessuno me la toglie, ma la offro da me stesso, poiché ho il potere di offrirla e il potere di riprenderla di nuovo. Questo comando ho ricevuto dal Padre mio”.

Canto

2° Lett.: Dagli Scritti di Madre Carmela

Il giorno di Pasqua,… trovandomi in orazione innanzi al mio amabilissimo Sposo e contemplando il Mistero della Risurrezione, mi trattenevo in dolce colloquio col mio amato Bene quand’ecco… mi si rappresentarono alla mente queste parole: “Voglio compilare in te tutti i tratti della mia vita: Ti voglio penitente, ti voglio apostolessa, ti voglio oratrice, ecc… L’amoroso Gesù mi fece sentire: “Zela il mio onore, zela il mio onore, prendi cura delle mie pecorelle”. A tali parole io inabissata e molto conoscente del mio nulla, dell’impotenza e dell’inettezza a qualsiasi minima cosa, gli risposi: “Signore, voi vedete la miseria, il mio nulla, la mia impotenza. Che cosa posso fare io miserabile? E poi che, sono io pastore della Chiesa che debbo prendermi cura delle vostre pecorelle?”A questo punto mi si presentò quest’altra idea: “Sappi che innanzi a me siete tutti una medesima cosa e quindi ciò che fa il mio capo visibile con le opere, puoi tu farlo colla preghiera. Oh! Se sapessi di quale efficacia si è la preghiera ben fatta innanzi a Me!”.[2].

Pausa di riflessione

Intercessioni

G/. Rivolgiamo con fiducia la nostra preghiera a Gesù, mite e umile di Cuore e diciamo:

T/. Gesù, buon Pastore, rendici strumenti del tuo amore.

  • Signore Gesù, che hai dato tutto te stesso per riportare all’ovile le pecore smarrite, per fasciare quelle ferite, per curare quelle ammalate, ti preghiamo per coloro che si sentono smarriti e colpiti da momenti di scoraggiamento.
  • Gesù, buon Pastore, rivestici di umiltà e di fiducia, per uscire dallo stato di indifferenza in cui spesso viviamo.
  • Gesù, Pastore divino, liberaci dal cuore di pietra, freddo e insensibile, e dacci un cuore di carne.

G/. Preghiamo:

Signore Gesù, sostieni la nostra fragilità con la forza del tuo Spirito e fa’ che nelle varie vicende vissute nel corso del tempo non ci separiamo mai da Te, buon Pastore che ci guidi con sicurezza alle sorgenti della vita. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

Canto finale

[1] Santo Tomasso d’Aquino.

[2] Vol. I, p. 40, Relazione spirituale a Don Emmanuele Calì, 24/03/1884.

Commenti disabilitati su Novena in Onore al Sacro Cuore di Gesù

Novena in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 16th, 2017 Posted in Novene e Tridui

3° Giorno: Io sono la Via, la Verità e la Vita

G/. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

T/. Amen.

Canto iniziale

Preghiera iniziale

scnovenaSolo in Te, mio caro Bene,

io ritrovo il mio riposo,

solo in Te, dolce mio Sposo,

trovo tutto il mio Tesoro!

L’amor tuo per me è quel faro,

che rischiara la mia mente,

che m’infiamma e ognor m’accende

d’un divino e santo ardor.

Nel tuo Cor farò mia stanza,

ove sol chiedrò in mercede,

quella pura e viva fede,

che trasforma l’uomo in Te.

Tutta assorta e inebriata

vivrò allor di Te, mia Vita,

come cerva già ferita,

languirò dinanzi a Te!

Deh! Fa’ Tu, mio Ben, mio Dio,

che immolato a Te il mio cuore,

in dolce estasi d’amore,

viva e muoia sol per Te.

1° Lett.: Dal Vangelo secondo Giovanni (14,2b-11)

Io vado a prepararvi un posto; 3quando sarò andato e vi avrò preparato un posto, ritornerò e vi prenderò con me, perché siate anche voi dove sono io. 4E del luogo dove io vado, voi conoscete la via”.

5Gli disse Tommaso: “Signore, non sappiamo dove vai e come possiamo conoscere la via?”. 6Gli disse Gesù: “Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. 7Se conoscete me, conoscerete anche il Padre: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto”. 8Gli disse Filippo: “Signore, mostraci il Padre e ci basta”. 9Gli rispose Gesù: “Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me ha visto il Padre. Come puoi dire: Mostraci il Padre? 10Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me; ma il Padre che è con me compie le sue opere. 11Credetemi: io sono nel Padre e il Padre è in me; se non altro, credetelo per le opere stesse.

Canto

2° Lett.: Dagli Scritti di Madre Carmela

Gesù è con lei, Egli solamente guida il suo spirito, lo conduce per mano e sicuramente lo fa camminare per quelle vie che nell’alta sua Sapienza ha disposto. Coraggio adunque e avanti, sempre avanti, sempre avanti sino a che non arrivi a quella meta stabilita. Gesù sarà sua forza, sua vita, sua piena vittoria su tutto.

Pausa di riflessione

Intercessioni

G/. Rivolgiamo con fiducia la nostra preghiera a Gesù, mite e umile di Cuore e diciamo:

T/. Gesù, Via, Verità e Vita, ascoltaci.

  • Signore Gesù, Verbo di Dio, tu, la Verità, nel quale non vi sono tenebre né errori, né vanità, né morte, donaci di saper sperare solo in Te.
  • Signore Gesù, Via, Verità e Vita, fa’ che vediamo la via ed evitiamo ogni deviazione, vediamo la vita ed evitiamo la morte, vediamo la luce ed evitiamo le tenebre.
  • Signore Gesù, ti che sei Via fuori della quale non vi è che errore; Verità senza la quale non vi è che vanità; Vita senza la quale non vi è che morte, concedici di aspirare a Te con tutto il cuore.

G/. Preghiamo:

O Cristo, Tu che sei la via, la verità e la vita, fa’ che sappiamo meglio unire i nostri sforzi con quelli di tutti gli uomini di buona volontà per realizzare pienamente il bene dell’umanità nella verità, nella libertà, nella giustizia, nell’amore. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

Canto finale

Novena in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 15th, 2017 Posted in Novene e Tridui

2° Giorno: Io sono l’Agnello di Dio

G/. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

T/. Amen.

Canto iniziale

Preghiera iniziale

scnovenaGesù, aprimi il cuore, vi leggerai amore…

Gesù, ti seguirò dove andrai: nelle amarezze, nelle pene, purché il mio cuore sia pieno di carità. Gesù mi hai ingrandito il cuore, ma sempre è poco, sempre è ristretto per te…Gesù, se ti amo, non è cosa mia. Tu lo sai che non viene da me. Il mio terreno non dà che triboli e spine! Gesù, il mio cuore non è altro che terreno arido. Gesù, io non voglio vivere che per Te; senza di Te un momento solo, io perirei… Gesù dolcissimo, tesoro dell’anima mia, ovunque miro la tua bella faccia: è santa. Il mio cuore sarà un libro vivente che annunzierà il tuo amore. Gesù, il mio cuore sarà una scala i cui gradini saranno continui atti d’amore. Amen.

1° Lett.: Dal Vangelo secondo Giovanni (1,35-39)

35Il giorno dopo Giovanni stava ancora là con due dei suoi discepoli 36e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: “Ecco l’agnello di Dio!”. 37E i due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù. 38Gesù allora si voltò e, vedendo che lo seguivano, disse: “Che cercate?”. Gli risposero: “Rabbì (che significa maestro), dove abiti?”. 39Disse loro: “Venite e vedrete”. Andarono dunque e videro dove abitava e quel giorno si fermarono presso di lui; erano circa le quattro del pomeriggio.

Canto

2° Lett.: Dagli Scritti di Madre Carmela

Ecco quel Cuore che ha tanto amato gli uomini e per conseguenza quanto ha amato e ama te, che a Lui ti sei consacrata. Amalo anche tu dello stesso amore, vivi solo per Lui, cammina dietro alle sue orme, segui i suoi passi e imita le sue virtù. Sta sempre unita a Lui, evita tutto ciò che può arrecargli dolore e la tua vita sarà tranquilla.

Pausa di riflessione

Intercessioni

G/. Rivolgiamo con fiducia la nostra preghiera a Gesù, mite e umile di Cuore e diciamo:

T/. Sacro Cuore di Gesù, venga il tuo Regno.

  • Gesù, Agnello immolato, che ci hai ridato fiducia nella vita, togliendoci dalle tenebre del male per riportarci alla luce del bene, fa’ che noi possiamo rispondere al tuo amore, offrendo la nostra vita, per togliere il peccato del mondo.
  • Signore Gesù, modello di vita per tutti gli uomini, venuto nella fragilità umana e offerto in Sacrificio per noi fino alla umiliazione in Croce: fa’ che rimanga presente in noi il grande insegnamento della tua volontaria Passione.
  • Signore Gesù, i misteri della tua vita non sono avvenimenti passati, ma presenti in ogni tempo, fa’ che impariamo a tenere vivi nella memoria gli eventi della nostra salvezza.

G/. Preghiamo:

Signore Gesù, noi che vaghiamo ancora lontani nel deserto di questo mondo, ci rivolgiamo a Te con piena fiducia: rendici fedeli discepoli della tua infinita Sapienza per camminare sicuri verso la vita che non tramonta.

Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

Canto finale

Novena in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 14th, 2017 Posted in Novene e Tridui

1° Giorno: Io sono il Cuore del Verbo Incarnato

G/. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

T/. Amen.

Canto iniziale

Preghiera iniziale


scnovenaA voi ci presentiamo, o Dio onnipotente, infallibile, infinito e buono, affinché volgiate lo sguardo verso di noi e inchinate le vostre pietose orecchie ad ascoltare la nostra prece.

Ci presentiamo con fede, ma dolenti e confuse del più amaro dolore di avervi offeso, ci prostriamo pria di tutto ai vostri piedi a domandarvi pietà.

O Gesù, Sposo tenerissimo delle anime nostre, Voi ci avete detto: “Dove si trovano più persone riunite nel mio nome, Io sono in mezzo a loro” ed è in fede di queste vostre divine parole che noi viviamo qui riunite; è la fede che abbiamo in Voi che qui ci trattiene… infatti,  non in altri noi confidiamo se non in Voi solo, che siete il Santo, il Signore, l’Altissimo, l’Onnipotente.

1° Lett.: Dal Vangelo secondo Giovanni  (19,31-37)

31Era il giorno della Preparazione e i Giudei, perché i corpi non rimanessero in croce durante il sabato (era infatti un giorno solenne quel sabato), chiesero a Pilato che fossero loro spezzate le gambe e fossero portati via. 32Vennero dunque i soldati e spezzarono le gambe al primo e poi all’altro che era stato crocifisso insieme con lui. 33Venuti però da Gesù e vedendo che era già morto, non gli spezzarono le gambe, 34ma uno dei soldati gli colpì il fianco con la lancia e subito ne uscì sangue e acqua.

35Chi ha visto ne dà testimonianza e la sua testimonianza è vera e egli sa che dice il vero, perché anche voi crediate. 36Questo infatti avvenne perché si adempisse la Scrittura: Non gli sarà spezzato alcun osso. 37E un altro passo della Scrittura dice ancora: Volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto.

Canto

2° Lett.: Dagli Scritti di Madre Carmela

Stamattina, nella recita delle Ore, Gesù si fece tutto a me, mostrandomi il suo Divin Cuore dal quale in gran copia usciva acqua e sangue e quest’acqua e questo sangue a guisa di precipitosa corrente sopra di me si versava producendo in me tale pienezza di grazia e tale sazietà di Dio da farmi venire meno per troppa abbondanza di tale grazia. In tali beati momenti Gesù così mi diceva: “Quest’acqua e questo sangue ti siano lavacro salutare per più intimamente a me congiungerti, ti purifichino, ti rinnovino in modo da sfidar coraggiosa i più duri cimenti a cui ti troverai esposta durante il nuovo periodo di vita in cui sei già inoltrata.

Pausa di riflessione

Intercessioni

G/. Rivolgiamo con fiducia la nostra preghiera a Gesù, mite e umile di Cuore e diciamo:

T/. Sacro Cuore di Gesù, confido e spero in Te.

  • Ti ringraziamo Gesù, perché ci riveli il mistero del tuo immenso amore, aiutaci a testimoniare la tua carità.
  • Tu che benedici chi ti benedice e santifichi chi confida in te, salvaci da ogni male.
  • Gesù Redentore, che hai vinto la morte e ci hai aperto il passaggio alla vita eterna, concedici di essere rinnovati nel cuore dalla forza del tuo Spirito.

G/. Preghiamo:

Donaci, Signore la mitezza del tuo Cuore, perché possiamo annunciare la tua misericordia con la generosità del perdono. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

Canto finale

Triduo dell’Annunciazione del Signore

marzo 24th, 2017 Posted in Novene e Tridui

3° Giorno: Segno e causa della nostra gioia

anunciacion3G/. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

T/. Amen.

Canto iniziale

Preghiera iniziale

Vergine Santissima, Madre di Cristo e Madre della Chiesa, con gioia ci uniamo al tuo canto di amore riconoscente.

Con te rendiamo grazie a Dio, “la cui misericordia si stende di generazione in generazione”.

Tu che sei stata con umiltà e magnanimità “la serva del Signore”, donaci la tua stessa disponibilità per il servizio di Dio e per la salvezza del mondo. Apri i nostri cuori alle immense prospettive del regno di Dio e dell’annuncio del vangelo a ogni creatura.

Nel tuo cuore di Madre sono sempre presenti i molti pericoli e i molti mali che schiacciano uomini e donne del nostro tempo. Ma sono presenti anche le tante iniziative di bene, le grandi aspirazioni ai valori, i progressi compiuti nel produrre frutti abbondanti di salvezza.

Vergine coraggiosa, ispiraci forza d’animo e fiducia in Dio, perché sappiamo superare tutti gli ostacoli che incontriamo nel compimento della nostra missione. Insegnaci a trattare le realtà del mondo con vivo senso di responsabilità cristiana, nella gioiosa speranza della venuta del regno di Dio, dei nuovi cieli e della terra nuova. Amen[1].

G/. Beata, o Maria, che hai creduto:

T/. in te si compie la Parola del Signore.

1° Lett.: Dal Vangelo secondo Luca (1,39-55)

In quei giorni Maria si mise in viaggio verso la montagna e raggiunse in fretta una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta: Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino le sussultò nel grembo. Elisabetta fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: “Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo!. A che debbo che la madre del mio Signore venga a me?. Ecco, appena la voce del tuo saluto è giunta ai miei orecchi, il bambino ha esultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento delle parole del Signore”.

Allora Maria disse:

“L’anima mia magnifica il signore

il mio spirito esulta in Dio mio Salvatore,

perché ha guardato l’umiltà della sua serva.

D’ora in poi tutte le generazioni me chiameranno beata.

Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente

E Santo è il suo Nome:

e di generazione in generazione la sua misericordia

si stende su quelli che lo temono.

Ha spiegato la potenza del suo braccio,

ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

ha rovesciato i potenti dai troni,

ha innalzato gli umili,

ha ricolmato di beni gli affamati,

ha rimandato i ricchi a mani vuote.

Ha soccorso Israele, suo servo,

ricordandosi della sua misericordia,

come aveva promesso ai nostri padri,

ad Abramo e alla sua discendenza,

per sempre”.

Pausa di riflessione

Responsorio breve

G/. Beata perché hai creduto*: in te si compiranno le parole del Signore.

T/. Beata perché hai creduto: in te si compiranno le parole del signore.

G/. Eccomi sono la serva del Signore.

T/. In te si compiranno le parole del Signore.

G/. Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.

T/. Beata perché hai creduto: in te si compiranno le parole del Signore.

2° Lett.: Dagli Scritti di Madre Carmela

“…nella S. Comunione Gesù si presentò a me… Mi mostrò la soave nostra dolcissima Madre Maria…, bella, quale aurora divina, che veniva a dissipare le dense tenebre in cui giaceva l’umanità… Grande d’una grandezza senza pari perché Colui che è potente, la fece grande, piena e sovrabbondante di grazia da superare tutti gli angeli e tutti i santi insieme. A tale spettacolo sì grande e divino il mio spirito esultava, godeva, si beava in Dio rendendo profonda adorazione, lode, onore, gloria, e continue azioni di grazia all’Altissima Triade, per tutti i doni, favori e privilegi concessi a questa Eccelsa Creatura”[2].

Pausa di riflessione

G/. Preghiamo:

Dio onnipotente ed eterno, che nel tuo disegno d’amore hai ispirato la beata Vergine Maria, che portava in grembo il tuo Figlio a visitare Sant’Elisabetta, concedi a noi di essere docile all’ azione del tuo spirito, per magnificare con Maria il tuo santo nome.  Per Cristo nostro Signore. Amen.

[1] San Giovanni Paolo II.

[2] Ibidem, p. 276.

Commenti disabilitati su Triduo dell’Annunciazione del Signore