Angolo della Spiritualità

Pensieri, preghiere e commenti sul Vangelo

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 30th, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Trigesimo giorno:

“Il Sacro Cuore di Gesù, nostro adorabile Sposo”

Come ultima proposta di riflessione in questo mese, vi offriamo un programma di vita che la Serva di Dio scrive a una delle sue figlie:

sacrocuoreEcco Gesù, il tuo adorabile Sposo, coronato di spine, circondato di gigli. Tienilo sempre presente al tuo sguardo, miralo continuamente e offri a Lui i gigli del tuo amore e le spine e le amarezze dei tuoi dolori, delle tue tribolazioni. Pregalo intensamente, perché ti stringa forte al suo Cuore e faccia di te una sola cosa con Lui. Riposati tra le sue braccia e prega per me.

Anche a noi parla oggi Madre Carmela:

  1. Lo Sposo Gesù ancora viene coronato del dolore umano e dall’amore dei seri amanti che lo stringono al loro cuore.
  2. Guardarlo, mirarlo, averlo sempre presente farà sì che ogni cosa che viviamo: dolore o gioia, la offriremo spontaneamente a Lui.
  3. Il vincolo con Gesù lo rafforzeremo con la nostra intensa e continua preghiera.

Oggi mi offrirò al Sacro Cuore di Gesù con i miei dolori, il mio amore, le mie gioie, le presenterò come gigli e spine che lo circondino e più mi stringano a Lui.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 29th, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Ventinovesimo giorno:

“Il Sacro Cuore di Gesù, fonte d’amore increato”

In altri versi della poesia di ieri, la Serva di Dio, esprime l’amore del Cuore di Cristo:

sc28Salve, o Cuore, dolcissimo e pio,
viva fonte d’amore increato,
la ferita del sacro Tuo lato
ci sia guida nell’aspro sentier.
Deh! C’infiamma del santo tuo amore,
ci consuma nel fuoco beato,
ci solleva da tutto il creato,
per goderti svelato nel ciel. (Scritti della Fondatrice, Vol. I, p. 90)

Ecco il frutto della contemplazione di Madre Carmela:

  1. Il Cuore di Cristo è una fonte viva d’amore non creato, ma divino, eterno, infinito.
  2. Questo Cuore è stato squarciato sulla croce e ci guida nelle vie della vita.
  3. L’amore infinito e santo del Cuore di Gesù ci solleva dal creato e un giorno lo godremo nel cielo.

Oggichiederò al Sacro Cuore di Gesù che m’infiammi del suo santo amore.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 28th, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Ventottesimo giorno:

“Il Sacro Cuore di Gesù ci dà un pegno d’amore con l’Eucaristia”

Dalle poesie di Madre Carmela, possiamo intravedere non solo il suo amore al Cuore di Cristo, ma anche la sua fede nell’Eucaristia:

sc29Egli vive in quel Pane sacrato,
ove mostra l’ardente suo amore,
invitando i fedeli al suo Cuore
quale ostello di pace e di amor.
O redenti mirate quel Cuore
vulnerato per la nostra salvezza,
pien d’amore e di gran tenerezza,
caro prezzo del nostro perdon! (Scritti della Fondatrice, Vol. I, p. 89)

Approfondiamo un po’ questi versi:

  1. Lei relaziona intimamente il mistero del Cuore di Cristo con il Pane eucaristico, anzi, è quest’ultimo che mostra l’ardente amore del Cuore di Gesù.
  2. I fedeli contemplando l’Eucaristia e dunque, il Cuore divino di Gesù, trovano pace e amore.
  3. Possiamo avere fiducia del suo perdono, perché lui ci ha redenti con il suo Cuore squarciato.

Oggi, farò una visita al Santissimo Sacramento e le offrirò un atto di fede, speranza e amore.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 27th, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Ventisettesimo giorno: Solennità del Sacro Cuore di Gesù

“Il Sacro Cuore di Gesù, vero amante dell’anima”

Ecco che Madre Carmela oggi ci fa entrare nelle profondità del suo cuore:

sc27Fu allora che volendomi dare ancora, per un eccesso della sua immensa bontà, un pegno altissimo e speciale dell’infinito amor suo verso di me, vile e miserabile creatura, che attirandomi a Sé per forza di amore, sino all’altezza sua divina mi trasse, mostrandosi a me nell’eccesso dell’amor suo, in atto di abbracciarmi e stringermi fortemente al suo Cuore, qual e sposa amatissima e fedele ed esclusiva proprietà del suo amore. (Scritti della Fondatrice, Vol. III, p. 56).

Dall’esperienza tutta soprannaturale della Serva di Dio, possiamo ancora cogliere un messaggio per noi:

  1. Quando Gesù incontra un’anima amante, si dà tutto Se stesso, in grazia e in doni speciali.
  2. È sempre Dio che ci attira a Sé, solo vuole da noi l’umiltà, la fede e l’amore per lasciarlo agire come Lui vuole.
  3. Il nostro Dio ama di amore esclusivo e vuole essere amato dello stesso modo, solo Lui deve regnare nel nostro cuore.

Oggi, mi offrirò con tutto il mio essere al Sacratissimo Cuore di Gesù, facendo la consacrazione a Lui e reiterandogli con fede e umiltà, il mio amore per Lui.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 26th, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Ventiseiesimo giorno:

“Il Sacro Cuore di Gesù, riposo dell’anima”

Continuando il tema di ieri, oggi Madre Carmela consiglia quello che lei stessa viveva:

sc26Gesù tiene l’anima sua nelle Sue mani. Quindi tutta si abbandoni in Lui, con piena fiducia e riposi tranquillamente su quel Cuore. Stia sicuro di tutto, disprezzi tutto; non ha posto nessuna occasione, tutto le viene da Dio, perché vuole purificare e perfezionare il suo spirito e renderlo secondo i suoi disegni. Si abbandoni fiduciosa nelle mani della Provvidenza. (Scritti della Fondatrice, Vol. III, p. 126-127)

La serva di Dio, sembra consigliare proprio noi:

  1. Come il profeta Isaia, lei ricorda che Dio ci tiene per mano, quindi solo dobbiamo abbandonarci con piena fiducia nel suo Cuore.
  2. Per camminare sicuri secondo la volontà di Dio, è necessario allontanare ogni occasione di tentazione o di caduta.
  3. Il Signore ci purifica e perfeziona attraverso la prova, proprio per questo motivo, è bene abbandonarci ancora di più nella sua Provvidenza.

Oggi farò l’esperienza di abbandonarmi fiducioso/a nelle mani di Dio, in modo di vivere le situazioni con pace e serenità, anche se fossi nel dolore.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 25th, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Venticinquesimo giorno:

Il Sacro Cuore di Gesù, sostegno nelle tribolazioni”

Madre Carmela, in poche righe, esprime tutta la sua fede e amore al Sacro Cuore di Gesù nei momenti difficili:

sc25Domenica scorsa fu per me un giorno assai amaro, per grandi tribolazioni sofferte, ma io nell’estremo del mio dolore, mi abbandonai tutta in Gesù, nella sua adorabile Volontà; a Lui solamente alzai il mio cuore e la mia mente, restando tutta dentro il suo Cuore divino in un totale abbandono del mio spirito nelle braccia della divina Onnipotenza. Così facendo, il mio spirito è rimasto in una gran pace, tranquillità e sicurezza. (Scritti della Fondatrice, Vol. II, p. 11)

La Serva di Dio insegna a noi con il suo atteggiamento:

  1. Nell’estremo del dolore sa abbandonarsi totalmente in Gesù, nel suo Cuore divino, lasciando fare a Lui solo.
  2. Il dono dell’abbandono totale nel Cuore di Gesù è la pace, la tranquillità e la sicurezza.

Oggi verificherò come affronto le tribolazioni, e poi mi abbandonerò con fede e amore nel Cuore divino di Gesù affinché Lui faccia in me quello che vuole.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 24th, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Ventiquattresimo giorno:

“Il Sacro Cuore di Gesù, offeso per i peccati degli uomini”

sc24Ascoltiamo ciò che ha vissuto Madre Carmela nel 1903:

Nel tempo dell’orazione continuai in tali sofferenze morali e fisiche da non avere la forza per alcuna cosa. Andai a comunicarmi in questo stato così doloroso pel mio spirito. Appena ricevuta quell’Ostia santa e divina, Gesù fattosi a me, con parole d’indicibile amore, così mi diceva: “Sono costretto a venire un’altra volta sulla terra e sostenere di cuore tutte le pene e dolori, sino all’ignominiosa morte di croce per mezzo dell’anima tua. Ti rifiutereste tu a quest’onore a cui l’amor mio vorrebbe sollevarti, eleggendoti a inseparabile compagna dei miei dolori? Entra un po’ nei più intimi segreti del Cuor mio. (Scritti della Fondatrice, Vol. II, p. 233)

Da questo bellissimo testimonio, possiamo riflettere:

  1. È nell’orazione, soprattutto nell’Eucaristia celebrata e ricevuta con vera devozione, che Madre Carmela ha le su esperienze più intime e forti con il Signore.
  2. Il Signore, quando trova un cuore amante e disponibile come il suo, l’associa alla sua passione, per continuare l’opera di redenzione per i peccati dell’umanità.
  3. Rifiuteremo noi di essere compagni dei dolori del Cuore di Cristo? O, come Madre Carmela, ci offriremo generosamente a continuare l’opera di redenzione?

Oggi, vivendo con tutto il cuore i miei momenti di preghiera, soprattutto la S. Messa, mi offrirò generosamente al Signore, per continuare nella Chiesa, l’opera di redenzione compiuta da Cristo.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 23rd, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Ventitreesimo giorno:

“Il Sacro Cuore di Gesù e il mistero dell’incarnazione”

Ascoltiamo una relazione spirituale che fa la Serva di Dio al suo direttore:

sc23Mi mostrò il suo Cuore divino nell’atto della sua prima comparsa nel mondo, cioè nell’atto della sua nascita sulla terra e così mi diceva: “Figlia diletta dell’amor mio, entra nei più segreti ed intimi penetrali del Cuor mio, ivi contempla come al primo mio apparire nel mondo dalle tenebre interiori in cui ero stato per nove mesi nel seno della purissima ed immacolata mia Madre, passai alle tenebre esteriori del peccato nel quale era infetto tutto il genere umano. Di qui quella dura morte di croce che compì l’opera della redenzione e di salvezza. (Scritti della Fondatrice, Vol. IV, p. 137)

Ecco che Madre Carmela ci aiuta a contemplare il mistero dell’incarnazione da un’altra angolatura:

  1. Lei contempla il Sacro Cuore di Gesù durante il tempo della sua gestazione, come quello stato di tenebra interiore, in cui il Verbo Eterno e Infinito del Padre si è racchiuso.
  2. Contempla pure, la sua venuta sulla terra, come contrasto tra la tenebra del peccato che avvolgeva l’umanità prima della redenzione e la sua luce indicibile che portava come Verbo Incarnato.
  3. Il suo cammino sulla terra, arriva al culmine nella croce per la salvezza dell’umanità.

Oggi anch’io contemplerò il grande mistero dell’incarnazione del Verbo, i sentimenti del suo sacratissimo Cuore e l’opera della salvezza da lui compiuta.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 22nd, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Ventiduesimo giorno:

“Il Sacro Cuore di Gesù, soggetto del nostro apostolato”

Ad una sua figlia Madre Carmela scrive queste semplici, ma profonde parole:

sc22Ecco il tuo Gesù, il tuo amore, il tuo tutto. Entra nel suo Cuore Divino, nasconditi dentro quella piaga divina, fa di tutto perché tante anime per tuo mezzo giungano pure ad abitarvi per vivere solo di Lui, con lui, per tutto il tempo della loro vita. Prega per me. (Scritti della Fondatrice, Vol. IV, p. 181)

Da queste sentite parole, possiamo cogliere per riflettere noi:

  1. Veramente Gesù è il centro del cuore non solo di Madre Carmela, ma anche delle sue figlie, lei vuole che tutti lo amino come lei.
  2. Nella misura che staremo inserti nel suo Divin Cuore, nella sua piaga divina, potremo essere riflesso del suo amore affinché molti si aprano alla grazia.

Oggi chiederò la grazia di vivere solo per Gesù, di dimorare nel Suor Cuore Santissimo e di essere strumento della sua grazia per quelli che mi circondano.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 21st, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Ventunesimo giorno:

“Il Sacro Cuore di Gesù, pegno d’alleanza d’amore”

La Serva di Dio, Madre Carmela Prestigiacomo, così scriveva nel 1901 al suo direttore spirituale:Oggi Gesù, attraendomi a sc21sé colla forza irresistibile del suo amore, dopo aver versato nel mio cuore tutte le amarezze, dolori, ambasce e desolazioni le più terribili, mi unì in modo tutto soprannaturale e divino al suo Cuore Adorabile, e con una dolcezza tutta ineffabile, mi disse: “Come io verso nel tuo cuore tutta la piena delle mie amarezze, dell’agonia, della morte; così pure versa nel mio tutta la gravezza del tuo patire, della mortale agonia che strazia continuamente l’anima tua alla vista di un Dio amante, sì grandemente oltraggiato e vilipeso; sarà ciò dolce conforto all’affannato mio cuore, e un novello pegno di eterna alleanza coll’infinito amor mio che è tanto spregiato. Ti ho scelto a compagna dei miei dolori, ne sentirai tutta la gravezza e l’intensità, il tuo cuore sarà sempre il teatro dell’amore e del dolore; nel dolore l’anima tua troverà l’amore e viceversa”. (Scritti della Fondatrice, Vol. II, pp. 78-79)

Cosa vuol dire Madre Carmela con questo?

  1. Madre Carmela sente la presenza irresistibile di Dio, anche dopo di sperimentare tanto dolore nel suo essere, e l’unione che prova con il Cuore adorabile di Gesù è tale che lei sente tutto l’amore insieme al patire.
  2. Gesù non le nasconde che le sofferenze sono permissione divina per poter riparare, risarcire l’amore vilipeso di Dio per i peccati commessi.
  3. Il Signore invita Madre Carmela a versare anche nel suo Cuore Adorabile le sue tribolazioni, come pegno d’eterna alleanza con l’infinito suo amore.

Oggi riceverò con fede e amore tutti i dolori che vivrò durante la giornata e li offrirò al Sacro Cuore di Gesù, in questo teatro di dolore e amore che si sostengono a vicenda.