Angolo della Spiritualità

Pensieri, preghiere e commenti sul Vangelo
Home » Page 6

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 12th, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Dodicesimo giorno:

“Il Sacro Cuore di Gesù, unico oggetto del nostro amore”

Ecco che oggi la Serva di Dio Madre Carmela, ci condivide qualcosa di molto personale e che può aiutarci durante le nostre giornate:

sc12

Oggi verso le ore quattro p.m. me ne stavo, colla mente e il cuore rivolto sempre all’unico oggetto di tutto il mio amore, offrendo a Lui tutte le mie pene, i miei patimenti, la mia vita, la mia volontà, insomma tutta me stessa, implorando allo stesso tempo dal Cuore suo divino, tutte quelle grazie che si richiedono per far di me una Sua perfetta amante, una vittima degna di amore, infine una copia perfettissima di questo Divino Modello. (Scritti della Fondatrice, Vol. II, p. 79)

Riflettiamo insieme:

  1. Anche durante la giornata, non solo quando prega, Madre Carmela orienta il suo cuore all’unico oggetto del suo amore: Il Cuore del Verbo Incarnato.
  2. Il suo agire diventa una continua offerta di se stessa, chiedendo anche le grazie per essere una perfetta amante, vittima degna di amore e copia di Gesù.
  3. Nell’offerta, Madre Carmela, dona tutto, non solo le cose belle, ma anche i suoi patimenti, cioè niente lascia per sé, ormai tutto appartiene a Lui.

Oggi chiederò la grazia di avere, come unico oggetto del mio amore: il Sacro Cuore del Verbo Incarnato, cioè Gesù solo, e di offrirmi con generosità, per essere una copia perfetta di lui che si offerse al Padre per noi.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 11th, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Undicesimo giorno:

“Il Sacro Cuore di Gesù dona il suo Cuore a Madre Carmela”

In uno slancio d’amore totale, Madre Carmela Prestigiacomo, racconta al suo confessore un’esperienza spirituale molto forte:

Isc11o mi sento tutta rinnovata nello spirito, sento proprio di essere tutta di Gesù, di non vivere che solamente per lui e con lui; solo il suo amore regna nei miei sentimenti, solo il suo onore, la sua gloria è il mio interesse. Nel darmi questo nuovo cuore l’amabile Gesù così mi diceva: “Ti do un cuore simile al mio, anzi il mio cuore stesso; con questo cuore tu amerai me, con questo cuore tu vivrai vita d’amore; ti ho scelta a compagna dei miei dolori, da oggi innanzi ti assocerò alle mie pene, alle mie ambasce, alle mie tristezze, che continuamente soffro nel Sacramento del mio Amore, dove sono dalla maggior parte degli uomini dimenticato, oltraggiato, disprezzato. Condividerò con te tutte queste mie pene e tu solleverai col tuo amore il mio desolato Cuore e riparerai le altrui sconoscenze”. (Scritti della Fondatrice, Vol. III, pp. 48-49)

Cerchiamo di capire insieme, il senso di queste parole:

  1. Madre Carmela inizia dichiarando il suo stato spirituale e psicologico: ella vive solo per Gesù e con Gesù, la sua gloria è l’unico suo interesse, cioè, è arrivata a dimenticare se stessa per dare spazio totale a Dio. Questo ci fa ricordare quanto diceva San Paolo: “non sono più io che vivo, ma è Cristo che vive in me”.
  2. Lo stato in cui vive la Serva di Dio è possibile grazie a che il Signore le ha donato un cuore nuovo, anzi il suo stesso cuore, ecco la grandezza di Dio che si abbassa fino alle creature e ci trasforma in Lui.
  3. L’unione dei cuori porterà Madre Carmela ad essere compagna anche nella sofferenza, non perché Gesù Cristo possa soffrire ancora, ma nel senso paolino di completare nella sua carne ciò che manca ai patimenti di Cristo a causa dei peccati degli uomini, specialmente nel Sacramento dell’Eucaristia.

Oggi chiederò al Signore di darmi un cuore simile al suo, per non vivere più per noi stessi, ma per lui solo, ed avere il coraggio di essere pronto a riparare tutte le offese che soffre specialmente nel Sacramento dell’Amore.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 10th, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Decimo giorno:

“Il Sacro Cuore di Gesù, unico fine dell’anima”

La serva di Dio, Madre Carmela, scrive ad una sua figlia spirituale incoraggiandola e mostrandole il Cuore di Cristo come unico fine della sua vita:

sc10Tieni sempre fisso lo sguardo in Dio e opera sempre secondo il suo divino beneplacito. Tieniti sempre stretta a Gesù ed Egli sarà il tuo consolatore, il tuo amico fedele, il tuo consigliere, il tuo divino amante, il tuo tutto, la tua vita.

Coraggio e avanti, sempre avanti, senza voltarti mai indietro. Segui Gesù colla croce sulle spalle, amalo molto e nel suo amore troverai la forza per qualunque sacrificio.

Ti benedico e ti lascio dentro quel Cuore Divino. (Scritti della Fondatrice, Vol. I, p. 14)

Questa lettera serve ancora oggi per noi:

  1. La fede mi deve portare a non avere altro scopo nella mia vita che Dio solo, e ad agire solo per far piacere a Lui.
  2. Stando uniti a lui, lui sarà tutto per noi: il nostro consolatore, il nostro amico fedele, il nostro consigliere, il nostro amante divino.
  3. L’unione con Gesù ci deve portare a guardare sempre verso il futuro, senza volgere lo sguardo indietro, o quello che è peggio, senza ritornare sui nostri passi mai. Riusciremo a mantenerci sempre fedeli solo nel suo amore e uniti alla sua croce.

Oggi, mi offrirò con tutto il cuore al Signore perché sia lui l’unico centro e fine della mia vita, e gli chiederò di donarmi quelle grazie per mantenermi fedele per sempre.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 9th, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Nono giorno:

Il Sacro Cuore di Gesù, un giardino di grazie per i suoi eletti”

Oggi la Serva di Dio ci fa dono di un messaggio ricevuto dal Sacro Cuore di Gesù, per tutti coloro che lui ha scelto:

sc9In questo punto Gesù, tutto amabile e pieno di bontà, mi diceva: “Figlia dolcissima, ecco che già ti ho mostrato come il mio Cuore sia il deliozissimo giardino dei miei eletti, ancora viatori, lo tengo sempre a loro disposizione, potranno ivi continuamente deliziarsi con pieno godimento del loro spirito, a mio onore e gloria, e a soddisfazione del mio Adorabile Cuor. L’amore è quella chiave misteriosa che apre il ricco cancello di questo mistico giardino, l’amore è quella chiave misteriosa che apre i più segreti nascondigli del mio Cuore, e v’introduce le anime di me amanti a trattar meco colla maggior dimestichezza sugl’interessi della gloria del mio divin Padre e bearsi e godere le più dolci delizie dell’amor mio, e vivere in un Paradiso di delizie e di dolcezze, e ad essere resi partecipi di tutti i più intimi segreti del mio Cuore. (Scritti della Fondatrice, Vol. I, p. 223)

Di fronte a queste calde parole che Madre Carmela riceve, possiamo riflettere:

  1. Il Cuore di Gesù è sempre a nostra disposizione mentre camminiamo sulla terra, per riposare in Lui, come in un bellissimo giardino.
  2. Daremo più onore e gloria al Cuore di Gesù nella misura che usufruiremo delle sue grazie, e questo donerà a noi grande godimento spirituale.
  3. È l’amore l’unica chiave che apre la porta del rapporto più intimo con Dio e ci fa capire i suoi misteri.
  4. Stando uniti al Sacro Cuore di Gesù, godremo la beatitudine già qui sulla terra.

Oggi, nella mia preghiera, contemplerò il Cuore divino di Gesù quale giardino di abbondanti grazie per me, che sono ancora pellegrino sulla terra, e chiederò la grazia di avere un amore grande come il suo.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 8th, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Ottavo giorno:

Il Sacro Cuore di Gesù dona le sue grazie a chi generosamente si dà a lui”

Madre Carmela Prestigiacomo nella Santa Comunione, vive un’esperienza forte di Dio e su se stessa, questo la porta ad innalzare a Dio la sua preghiera:

sc8Oggi nel comunicarmi concepii più del solito sentimenti di umiltà, vidi con più chiarezza il mio nulla, la mia miseria, la mia in corrispondenza, i miei difetti, le mie imperfezioni, mi umiliai profondamente al Cospetto di Dio, e col cuore trafitto dal dolore dissi all’Amoroso Gesù: “E come, o Gesù mio, abbassarti tanto da venire in me, che tanto abominevole sono agli occhi tuoi? E non solo mi doni tutto te stesso in cibo e bevanda, ma ancora dispensi a me tutti i tuoi favori, i tuoi doni, le tue grazie, il tuo amore, a me che sono la creatura più vile ed ingrata ai tuoi benefici, alle tue grazie?” E Gesù, a sua volta, tutta bontà e misericordia mi rispose in questi accenti: “Tu ti sei data tutta a me senza riserva, ed io dal canto mio mi sono fatto tutto tuo, coi miei doni, colle mie grazie, coi miei carismi. Vivi di me stesso e propaga il mio amore”. (Scritti della Fondatrice, Vol. I, p. 139)

Riflettiamo con Madre Carmela:

  1. Nella Santa Comunione non solo contempliamo la grandezza misericordiosa di Dio, ma anche la nostra verità più profonda, la nostra nullità di fronte al suo grande mistero.
  2. Il Signore non solo si dà tutto a noi nell’Eucaristia, lo fa anche con i suoi doni e favori. Come non riconoscere la sua divina provvidenza in questo!
  3. Gesù, che è tutta bontà e misericordia, gradisce l’offerta generosa di noi stessi e ci chiede ancora di propagare il suo amore e continuare a vivere di lui.

Oggi, nella preghiera, rammenterò tutti i doni e favori che il Signore continuamente mi dà e mi offrirò generosamente a lui, affinché il regno del suo divino amore si stabilisca in tutto il mondo.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 7th, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Settimo giorno:

Il Sacro Cuore di Gesù, sede del nostro perpetuo amore”

La Serva di Dio Madre Carmela Prestigiacomo è stata una vera madre spirituale per le sue figlie, le suore a lei affidate. In una lettera ad una di esse lei scrive tra altre cose:

Isc7n quanto a tutto il resto abbandonati pienamente a Gesù e al suo santo amore, vivi secondo i dettami di quest’amore divino, adorna l’anima tua delle sante virtù e procura di raggiungere quella santità a cui Gesù ti ha chiamata. Sia questo tuo studio continuo, dar piacere a Gesù e vivere della sua Volontà, non avendo altro desiderio che di compiere giorno per giorno questa sua Volontà. … Concludo esortandoti ad un’intera tranquillità e ad un riposo quieto, dolce e soave nella Volontà di Dio. Spesso ti benedico come desideri e prego per te, prega anche tu per me, mentre benedicendoti di cuore, ti abbraccio nel Cuore Santissimo di Gesù. (Scritti della Fondatrice, Vol. IV, pp. 92-93)

Prendendo le parole di Madre Carmela, oggi possiamo riflettere così:

  1. Non c’è miglior modo d’impostare la propria vita che vivendo secondo i dettami dell’amore divino, cioè nella Volontà di Dio.
  2. La Volontà di Dio è arrivare a quello stato di santità che ci ha chiamato, non come una vittoria nostra, ma come assimilazione al Cuore di Gesù.
  3. La santità si va forgiando dando piacere a Gesù, vivendo della sua Volontà e delle sante virtù.
  4. Non ci inquietiamo per nulla che possa disturbarci, ma nella quiete dello spirito, riposiamo continuamente nel Cuore del nostro Dio amato.

Oggi cercheremo di fare un atto di profondo amore verso il Cuore Sacratissimo di Gesù, aprendoci al suo amore e lasciandoci amare da Lui.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 6th, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Sesto giorno:

“Il Sacro Cuore di Gesù ci spinge ad immolarci come Lui”

Madre Carmela non lascia mai di incoraggiare e orientare anche chi l’aiuta nel suo cammino spirituale, e le sue parole sembrano attualissime anch’oggi per chiunque sia consacrato:

sc6Si rammenti che il voto d’ubbidienza giurato al cospetto di Dio non è stato altro che l’ara di amore e di dolore, su cui sarà continuamente immolato il suo spirito nel fuoco della tribolazione, quale vittima destinata a dare a Dio quella lode che Gli è dovuta in riparazione di tante offese che riceve dalla maggior parte degli uomini, e specialmente dalle anime a Lui consacrate. Con tutta generosità e amore dunque si stenda sulla croce, si attacchi su di essa, giacché la croce lo unirà lo stringerà fortemente, intimamente a Dio e lo farà vivere della stesa sua vita. La croce sarà il letto del suo riposo, la vita del suo spirito, il punto d’unione tra Dio e l’anima sua … Stia fermo e contento dove Dio l’ha chiamato, Dio stesso saprà guidare l’anima sua in questi sentieri aspri e difficili, in cui ha disposto che cammini e si avanzi per arrivare a quella meta, che ha stabilito negli eterni suoi consigli. (Scritti della Fondatrice, Vol. III, p. 134)

Queste parole si fanno vita in noi:

  1. Dobbiamo ricordare sempre che il voto di obbedienza va unito all’immolazione di noi stessi nel fuoco della tribolazione, cioè di ogni prova.
  2. Seguendo l’esempio di Gesù, siamo vittime che rendiamo lode a Dio con la nostra vita e ripariamo i peccati dell’umanità, soprattutto dei consacrati che oggi vivono lontani di Dio e nel peccato.
  3. L’unico modo per vivere il nostro stato vittimale con Gesù Vittima, è quello di attaccarci fortemente alla sua Croce, perché grazie alla morte redentrice di Gesù, è diventata il punto di unione tra Dio e noi.
  4. La nostra pace e serenità la vivremo solo là dove Dio, e l’obbedienza ci hanno portato, anche a costo della sofferenza, ma stando fermi nel nostro posto saremo sicuri che camminiamo verso la meta eterna.

Oggi riprenderò questo scritto della Serva di Dio e, nella preghiera personale, verificherò il mio voto di obbedienza e farò anch’io il mio atto di oblazione al Dio dell’amore in riparazione dei peccati di tutti gli uomini, specialmente dei consacrati.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 5th, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Quinto giorno: Primo Venerdì del Mese

Il Sacro Cuore di Gesù ama chi è umile, prega ed ha fiducia in Lui”

La Serva di Dio incoraggia chi è nella prova e gli dà gli strumenti per poter far fronte al male, per riposare solo tra le braccia di Gesù:

sc5Non dia assolutamente retta a tutti questi timori e tentazioni che vengono a disturbare il suo spirito; disprezzi tutto addirittura e riposi tranquilla tra le braccia di Gesù. Di tutto la rassicuro pienamente in nome di Dio. È il momento della battaglia interna ed esterna: le sue armi siano l’umiltà, la preghiera e la fiducia in Dio. Con tali armi i nemici saranno sconfitti addirittura, come sono stati già sconfitti le tante volte. Gesù l’assiste e l’assisterà in modo speciale, me l’ha promesso. (Scritti della Fondatrice, Vol. III, p.135)

Dalle parole che Madre Carmela scrive al suo confessore, possiamo trarre proffitto per la nostra vita spirituale:

  1. Il modo migliore per allontanare ogni timore e tentazione è slanciarci tra le braccia di Gesù, nel suo Cuore dolcissimo troveremo la forza per tutto.
  2. Nella nostra lotta sia spirituale che fisica e morale, le nostre armi sono nient’altro che l’umiltà, la preghiera e la fiducia in Dio!
  3. Gesù ha promesso di essere con noi tutti i giorni, fino alla fine del mondo, quindi, cosa temere? Lui ci assiste e ci assisterà in ogni momento, specialmente quando siamo nella prova.

Oggi siamo chiamati a guardare con più fiducia la nostra lotta quotidiana, facendo un atto di affidamento sincero nel Signore, chiedendo a Lui il dono dell’umiltà e di preghiera per resistere ogni tentazione e timore.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 4th, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Quarto giorno:

“Il Sacro Cuore di Gesù, rugiada feconda di vita nuova”

Durante la novena di Pentecoste, la Serva di Dio, Madre Carmela, ebbe una visione che riferisce al suo padre spirituale, nella quale contemplava l’azione tutta feconda del Cuore di Cristo:

sc4Un altro giorno della novena Gesù mi mostrò il suo Cuore quale cielo limpidissimo di eterna vita, dove splendevano innumerevoli stelle, che erano le anime dei beati, e da quel cielo purissimo vidi partirsi una bianchissima e trasparente nuvoletta, che arrivava a mezz’aria, si scioglieva in freschissima e brillante rugiada e tutta cadeva sull’anima mia e su molte anime a Lui care, lasciando su quelle anime come gocce di acqua congelate, e propriamente come suol fare la brina sulla terra e sulle piante. (Scritti dalla Fondatrice, Vol. I, p. 117)

Riflettiamo insieme:

  1. L’immagine che usa Madre Carmela, sul Cuore di Cristo qual cielo limpidissimo, fa aprire gli orizzonti e contemplare la grandezza di Dio, e godere perché in quel Cuore ci sono tutte le anime redente, come stelle brillanti nel cielo.
  2. Quella nuvoletta, quale azione dello Spirito Santo, scende come rugiada che dà vita sulla terra.
  3. Le persone che ricevono la grazia dello Spirito per mezzo del Cuore di Cristo, sono come la natura che riceve la rugiada mattutina e si rinnova continuamente.

Oggi gusterò e benedirò l’azione ricreatrice di Dio sulla natura e sulle sue creature, e chiederò la grazia di lasciarmi “bagnare” dalla sua grazia.

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 3rd, 2018 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Terzo giorno:

Il Sacro Cuore di Gesù, unico sollievo nella nostra sofferenza”

La serva di Dio, Madre Carmela, è sensibile alla sofferenza interiore del suo Padre spirituale, e pregando per lui, riceve la conferma che il Signore non lo lascia mai solo nelle sue tribolazioni:

sc3Poi nella Santa Comunione e pregando di nuovo per la P.V. Gesù, tanto buono, me la mostrava di nuovo in atto di prenderla per mano e accostarla al suo Divin Cuore e mi diceva: “Io sono il suo sollievo, il suo conforto, la sua forza, la sua vita”. E nell’accostarla a Sé, la introduceva tutta nel suo Cuore, dicendole: “Ecco il luogo del tuo riposo pel tempo e per l’eternità” (Scritti della Fondatrice, Vol. II, P. 4).

Dalle parole a P. Nardelli, possiamo riflettere per noi stessi:

  1. È nella Santa Comunione che il Signore ci ascolta e si manifesta ogni volta che la riceviamo con vero spirito di fede, speranza e profondo amore.
  2. La nostra preghiera non può restare solo nell’ambito personale, ma allargarsi alle necessità dei nostri fratelli, del mondo intero.
  3. Anche noi nel dolore, la tribolazione, la stanchezza, la depressione … abbiamo la certezza che Gesù ci tiene per mano e ci accosta al suo Cuore amoroso per darci nuova forza.
  4. Crediamo fermamente che nel Cuore di Gesù troviamo il nostro riposo ora e sempre!