Angolo della Spiritualità

Pensieri, preghiere e commenti sul Vangelo
Home » Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù » Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

Mese in Onore al Sacro Cuore di Gesù

giugno 21st, 2020 Posted in Mese in onore del Sacro Cuore di Gesù

Ventunesimo giorno:

“Il Sacro Cuore di Gesù, pegno d’alleanza d’amore”

La Serva di Dio, Madre Carmela Prestigiacomo, così scriveva nel 1901 al suo direttore spirituale:Oggi Gesù, attraendomi a sc21sé colla forza irresistibile del suo amore, dopo aver versato nel mio cuore tutte le amarezze, dolori, ambasce e desolazioni le più terribili, mi unì in modo tutto soprannaturale e divino al suo Cuore Adorabile, e con una dolcezza tutta ineffabile, mi disse: “Come io verso nel tuo cuore tutta la piena delle mie amarezze, dell’agonia, della morte; così pure versa nel mio tutta la gravezza del tuo patire, della mortale agonia che strazia continuamente l’anima tua alla vista di un Dio amante, sì grandemente oltraggiato e vilipeso; sarà ciò dolce conforto all’affannato mio cuore, e un novello pegno di eterna alleanza coll’infinito amor mio che è tanto spregiato. Ti ho scelto a compagna dei miei dolori, ne sentirai tutta la gravezza e l’intensità, il tuo cuore sarà sempre il teatro dell’amore e del dolore; nel dolore l’anima tua troverà l’amore e viceversa”. (Scritti della Fondatrice, Vol. II, pp. 78-79)

Cosa vuol dire Madre Carmela con questo?

  1. Madre Carmela sente la presenza irresistibile di Dio, anche dopo di sperimentare tanto dolore nel suo essere, e l’unione che prova con il Cuore adorabile di Gesù è tale che lei sente tutto l’amore insieme al patire.
  2. Gesù non le nasconde che le sofferenze sono permissione divina per poter riparare, risarcire l’amore vilipeso di Dio per i peccati commessi.
  3. Il Signore invita Madre Carmela a versare anche nel suo Cuore Adorabile le sue tribolazioni, come pegno d’eterna alleanza con l’infinito suo amore.

Oggi riceverò con fede e amore tutti i dolori che vivrò durante la giornata e li offrirò al Sacro Cuore di Gesù, in questo teatro di dolore e amore che si sostengono a vicenda.

Leave a Reply